Chi HA un piano, va sano e va lontano

Innanzitutto buon anno nuovo!

Spero abbiate trascorso al meglio le festività natalizie e abbiate ripreso serenamente le attività lavorative: è sempre un po’ faticoso riprendere i soliti ritmi al rientro dalle vacanze…

In questi giorni la parola d’ordine sul web sembra essere “pianificazione”: trovo ovunque articoli sulla programmazione delle attività per l’intero anno.

Effettivamente non c’è momento migliore della fine dell’anno vecchio per fare bilanci e l’inizio di quello nuovo per pianificare.

E così ci si mette a tavolino e si ragiona su cosa si vuole realizzare durante l’anno, come e in quali tempi.

pianificazione

io ho buttato giù qualche idea: al prossimo capodanno vi saprò raccontare se sono riuscita a seguire il piano 🙂

Il Bullet Journal tornerà molto utile: per ora, avendo appena iniziato, mi sono limitata a segnare gli impegni quotidiani, ma quanto prima lo integrerò con schemi e future log riguardanti proprio le attività da svolgere per portare a termine i miei progetti.

E tu? Hai fatto la tua pianificazione?

Annunci

il mio primo Bullet Journal

è da un po’ di tempo che osservo con interesse ma da lontano il mondo del Bullet Journal.

Il bullet journal è una via di mezzo tra una agenda, un diario, un quaderno per gli appunti: è stato ideato da Ryder Carroll come sistema per organizzare e pianificare, con codici ben precisi. On line troverete siti e tutorial interamente dedicati all’argomento.

Io sono una appassionata di cancelleria: quaderni agende agendine penne pennine colorate… e mi piace tenere la mia agenda viva e vissuta, conservare ricordi, biglietti oltre che segnare gli impegni per il futuro.

Ho sempre ammirato il mondo dello scrapbooking e degli sketch book, ma non sono mai riuscita a rendere la mia agenda un’opera d’arte.

Leggo da un po’ di tempo quanto sia utile la scrittura: scrivere a mano libera al mattino appena svegli (avete mai letto La via dell’artista, di Julia Cameron ?) per buttare fuori e sbloccarsi, oppure la sera prima di andare a dormire, per tenere un diario della gratitudine, scrivere quotidianamente qualcosa di bello che è successo per focalizzare la propria attenzione su tutte le cose belle della vita.

Mi piace il mondo della calligrafia, dei biglietti scritti a mano, dei pennini e inchiostro. E quello dell’hand-lettering, artistiche scritte colorate e originali.

Ho un blog e un negozio on-line, attività da organizzare e pianificare al meglio affinchè l’attività funzioni.

PER TUTTI QUESTI MOTIVI INSIEME ho deciso di provare finalmente a tenere un BULLET JOURNAL.
Sarà un sistema per organizzarmi le giornate tra le faccende domestiche, gli impegni dei bambini, i lavori da creare e da pianificare.
Sarà un modo per scrivere a mano libera e liberare la fantasia con decori e disegni.
Sarà un diario di tutte le cose meravigliose che accadranno.

bullet journal cosa è

di bilance e bilanci

Bilance! Non lamentatevi troppo e lasciateci godere di queste giornate mangerecce, in cui si sta in compagnia, seduti a tavola a festeggiare con chi amiamo…

e se non vogliamo sentirle che si lamentano, basterà non interpellarle fino all’epifania!

I bilanci invece, è proprio questo il momento di farli, almeno per me: l’anno si sta avviando alla conclusione, e proprio questa mattina ho spedito l’ultimo ordine arrivato sul nostro negozio Etsy.

busta posta

Ho riaperto il file excel dove salvo ogni spesa e guadagno e mi sono messa ad analizzare l’andamento di quest’anno.

Il mese in cui ho guadagnato di più e stato maggio, grazie ai regalini personalizzati di fine anno scolastico per le maestre. Seguito da novembre, grazie agli oggetti richiesti per Natale.
Purtroppo non sono riuscita a sfruttare il periodo natalizio al massimo, perchè novembre è stato un mese faticoso, durante il quale ho frequentato più l’ospedale che il mio tavolo di lavoro…

Per quanto riguarda la tipologia di oggetti, sono andati a ruba i portachiavi: il portachiavi è un oggetto piccolo ed economico, personalizzabile come forma e dedica, grazie al quale si può fare un piccolo regalo molto originale.

Sono piaciuti molto anche i fuoriporta, ai quali dedicherò un post a parte.
Una targa da appendere fuori dalla porta di casa, con i nomi dei componenti della famiglia e un disegno che rispecchi l’animo di chi vive all’interno è un oggetto molto apprezzato.

Il file excel subirà delle modifiche e dei miglioramenti: di anno in anno si impara e si cresce…

Grazie a voi tutti per averci seguito e per aver apprezzato le nostre creazioni!

Buone Feste!

Come vi raccontavo nell’ultimo post, è stato un periodo silenzioso… ma non improduttivo!

Sotto Natale infatti arrivano le richieste per i regali, possibilmente personalizzati. E così Antonella si è data da fare con il suo presepe all’uncinetto e le stelle di Natale, mentre io mi sono dedicata a realizzare fuoriporta personalizzati e quadretti vari.

(Sulla nostra pagina Facebook potete vedere le foto delle ultime creazioni)

sogni progetti e caffè

Abbiamo anche trovato una domenica per partecipare a un mercatino: non ne abbiamo fatti molti come l’anno scorso ma uno soltanto, al mercatino delle stagioni di Cantalupo. Il bilancio del mercatino si può riassumere con:

  • freddo:  tanto
  • gente:  poca
  • chiacchiere: molte
  • caffè:  moltissimi
  • raffreddore: galoppante.

Ma ci siamo divertite, abbiamo preso contatti con persone interessate alla realizzazione di oggetti su misura, e abbiamo conosciuto simpaticissimi “colleghi espositori”.

mercatino natale 2017

 

e questa sera siamo a casa con le nostre famiglie e ci teniamo ad augurarvi

un sereno Natale!

Pause e silenzi

è un momento di silenzio qui sul blog e di inattività sul negozio.

Sia Antonella che io, abbiamo delle questioni in famiglia che ci impegnano notevolmente, portandoci via sia il tempo sia la tranquillità per creare.

Io poi, se non sono serena non riesco a mettermi al tavolo da lavoro e affrontare progetti: mi manca la spinta, l’ispirazione, mi fermo nella speranza di vedere la fine dei problemi per potermi dedicare nuovamente alla mia passione.

Antonella invece usa il suo uncinetto per sfogarsi e rilassarsi: la sera, finite tutte le corse e messe da parte le preoccupazioni, si ritaglia del tempo per dedicarsi alla sua attività anti-stress.

E queste sono solo alcune delle creazioni che ha realizzato ultimamente: un intero vivaio all’uncinetto…

Scatole di legno per una bimba

Anzi, due!

Quando Francesca ha visto i ripiani per allestire i banchetti ai matrimoni, mi ha chiesto: “Perchè non me ne fai due con incisi i nomi delle mie bimbe? e magari le chiudi con un coperchio?”

scatola legno pezzi

Ho già detto che adoro quando siete voi a spronarmi e ispirarmi!

Ho realizzato quindi un prototipo di scatoletta, per vedere bene come mettere le cerniere che avrebbero agganciato il coperchio.
E ho avuto un piccolo intoppo: lo spessore del compensato era inferiore alla lunghezza delle viti! Il mio prototipo aveva quindi degli allegri spuntoni fora-dita…

scatola legno viti

Ma sbagliando si impara! Aumentando un pochino lo spessore del compensato e procurandomi delle viti più corte, questo è stato il risultato.

Grazie al famoso “peso della cultura” ho incollato i vari pezzi tra loro, scartavetrato le imperfezioni, verniciato…. et voilà!

scatola legno peso

scatola legno finite

Biglietti scritti a mano per una cresima

Auguri ad Andrea che ieri ha fatto la cresima!

Per questa occasione ho realizzato dei bigliettini da mettere come segnaposto, in carta pergamena e scritti a mano con pennini e inchiostro nero.

Intorno alla scritta ho disegnato una cornice che richiamasse il tema della festa, ovvero l’albero della vita.

Per essere sicura di scrivere dritto, ho tracciato delle sottili linee a matita che ho poi facilmente cancellato una volta asciugato l’inchiostro.

biglietti cresima 01

Infine, ho richiuso ogni pergamena con un nastrino, rosso anch’esso.

E’ stato un lavoro piuttosto lungo ma il risultato ha soddisfatto le aspettative!

biglietti cresima