Orecchini decoupage

Proseguono gli esperimenti con il decoupage, cominciati la scorsa settimana con la prima paroure.

Questa volta ho lasciato sia orecchini sia ciondolo neutri e vi ho incollato sopra i fiori di carta di riso.
I ciondoli sono completati con un cordino morbido nero: gli orecchini con le rose rosa hanno gancetti color oro mentre quelli con i fiori blu, argentato.

ciondolo orecchini blu decoupage 2

ciondolo orecchini legno e rose decoupage 2

Intanto sul nostro negozio potete trovare questi, mentre sono in lavorazione orecchini quadrati…

orecchini work in progress

Annunci

Primavera, fiori, colori

Non ero mai stata attirata dal decoupage, perché dato che mi piace disegnare, ho sempre preferito decorare a mano gli oggetti piuttosto che ritagliare e incollare immagini già pronte.

Un po’ di tempo fa però una amica, vedendo gli orecchini a forma di boccale di birra che avevo realizzato, mi ha chiesto se glieli potevo fare con il Negroni.

Le ho risposto Certo e poi mi sono messa a pensare a come avrei potuto fare la forma di questo aperitivo. Il pirografo era da escludere, e anche pennello e acrilici sarebbero stati impegnativi da usare per rendere bene le sfumature della bevanda e del bicchiere su una superficie molto piccola come quella di un orecchino.

Poi ho avuto l’idea: ho stampato l’immagine e l’ho ritagliata, poi ho tagliato con il seghetto da traforo la base di compensato della stessa forma e ce l’ho incollata sopra. Una passata di lucido, i gancetti et voilà, gli orecchini Negroni erano pronti!

negroni

Il Decoupage era stato rapidamente rivalutato!

E così ieri sono andata in un negozio di bricolage e ho acquistato qualche foglio di stampe per decoupage in carta di riso: è una carta sottilissima, quando la incolli e poi passi il lucido fissante diventa praticamente trasparente.

bricolage decoupage

Ed ecco il primo esperimento: ho ritagliato dei cerchi di compensato, ho fatto il forellino per i gancetti e li ho dipinti con acrilico rosa; poi ho ritagliato dei fiori dal foglio di carta, li ho incollati sui cerchi  e ho spruzzato il fissante lucido. Ed ecco qua, una parure ciondolo e orecchini molto primaverili!

 

L’albero della vita

L’albero della vita è un simbolo celtico dove i rami e le radici sono uno il proseguimento dell’altro a simboleggiare il ciclo continuo della vita.
Ispirata da questa figura, ho creato alcuni oggetti che lo rappresentano, usando il materiale che ultimamente preferisco: il legno, inciso poi con il pirografo.

albero della vita 2 Lo potete portate con voi come portachiavi

al collo e alle orecchie con questa parure:albero della vita orecchini e ciondolo

 

 

 

 

 

e se vi piacciono i simboli molto vistosi, potete scegliere questo ciondolo di legno traforato.

Il simbolo della chiave

L’ispirazione per creare può arrivare da qualunque parte: un paesaggio, un quadro, una persona, una richiesta, una frase letta o ascoltata.

Nel libro di Clarissa Pinkola Estès, “Donne che corrono con i lupi”, nel capitolo sulla storia di Barbablù, la chiave simboleggia l’accesso alla conoscenza.

La scrittrice esamina la psiche femminile attraverso le storie e spiega quali problematiche può incontrare una donna che non è più in contatto con il suo spirito più “selvaggio“, nel senso di antico e saggio, e come può risolverle.

Le antiche favole possono essere rilette in chiave simbolica: ciascun personaggio che vi compare è un diverso aspetto della psiche femminile. Dal modo in cui questi aspetti interagiscono tra loro dipende la nostra salute emotiva e mentale.

La storia di Barbablù racconta l’ingenuità, la mancata iniziazione alla vita adulta, e quindi la caduta della donna nella trappola del “predatore naturale”, colui che cerca di bloccare ogni estro creativo e ogni libertà.

La donna può uscire da questa trappola aprendo la porta della conoscenza e avendo il coraggio di guardare dentro la stanza. Questo è possibile se lei è in possesso della chiave giusta.
La chiave sono le domande che dobbiamo imparare a farci e soprattutto le risposte che dobbiamo avere il coraggio di dare a noi stesse.
In questo modo avremo una conoscenza sana e sincera di noi stesse e avremo accesso alla nostra parte più intuitiva.

Ecco come è nato questo ciondolo: per ricordarci di avere sempre con noi la chiave della consapevolezza e della nostra più sincera conoscenza.

 

Spirografie

Chi di voi non ha mai giocato con quei cerchi di plastica che vi consentono di disegnare bellissime figure geometriche?

Io ci giocavo da bambina e ho ripreso da quando anche i miei figli hanno ricevuto il set di forme per realizzare le spirografie.

E non mi sono limitata a farci dei disegni sui fogli: ho pensato di farci anche dei gioielli di legno.

Quindi ho preso una tavola di compensato, ho fatto un po’ di disegni con la penna, poi ho ritagliato intorno con il seghetto da traforo, ho fatto un forellino per i gancetti per gli orecchini, una passata di lucido et voilà…

spirografie

Poi ho preso un compensato più spesso, disegnato a matita una pirografia un po’ più grande, ripassata a puntini con il pirografo, ritagliato con il seghetto da traforo, forellino per il gancetto del ciondolo, una passata di lucido e di nuovo, voilà!

Acchiappasogni

Mi piacciono molto gli acchiappasogni: sono un simbolo tribale e antico che ci riconnette con le nostre origini più lontane.

Il primo acchiappasogni che feci, con un ramo d’ulivo intrecciato e della lana, venne piuttosto storto…

acchappasogni

Allora ne dipinsi uno con i colori a olio e il risultato fu più simmetrico:

catch your dreams

Ora ho ripreso ispirazione da questo oggetto e ho creato due ciondoli di legno: ho ritagliato un cerchio di compensato di 4 mm di spessore e l’ho inciso con il pirografo, tracciando il bordo e la rete interna. Con i colori acrilici ho colorato il bordo e alcune perline all’interno e ho ripassato le parti colorate con la colla glitterata; infine ho lucidato il tutto.

Con il trapano a punta finissima ho realizzato 4 forellini lungo il bordo: uno per il gancetto e tre per far passare dello spago bianco cui ho attaccato delle perline al posto delle piume.

Et voilà!

acchiappasogni rosa legno 01

acchiappasogni azzurro legno 01