Si riparte

Dopo un sabato pensieroso e malinconico e una domenica all’insegna delle distrazioni e del relax, abbiamo cominciato questo lunedì con un po’ di handlettering

Seguendo le indicazioni di Peggy Dean nella sua guida, ho scritto prima le parole che volevo mettere in evidenza, in stampatello, poi ho scritto il resto delle parole aggiustandone la forma in modo che il tutto si incastrasse in modo armonico.

Il tutto con un pennarello Tombow, premendo di più nei tratti discendenti per dar loro maggior spessore

handlettering sogni

Dopodichè, bevendo un infuso alle erbe dalla mia tazza inspiring, souvenir della mostra delle sculture di Lego di Nathan Sawaya, ho giocato a costruire un mandala al computer con la tavoletta grafica.

L’infuso è confezionato in bustine con le etichettine di carta che riportano una frase: quella di oggi era:

TO BE CALM
IS THE HIGHEST
ACHIEVEMENT
OF THE SELF

Essere rilassato 
è la più grande
conquista
del proprio sè

mandala workinprogress

E voi? Com’è cominciata la vostra settimana?

L’arte di scrivere a mano libera

E’ da un po’ di tempo che su Instagram seguo e apprezzo profili di persone che realizzano meravigliose scritte a mano libera.

Mi sono sempre piaciute le scritte: al liceo ci scambiavamo il diario con la richiesta “Me la fai una scritta?
Era un onore essere scelta da una compagna per impreziosire il suo diario con una scritta.
Bisognava trovare la parola o la frase giusta da scrivere, e poi decorarla dando libero sfogo alla fantasia. A me che ho sempre amato disegnare, piaceva molto realizzare queste composizioni.

Ho scoperto da poco l’esistenza del Hand-lettering, che non è solo “calligrafia”, ovvero l’arte di scrivere bene a mano libera, ma è una sorta di composizione e di disegno realizzato con una scritta.

I profili che più ammiro sono ad esempio:

The Pigeon Letters  Chrystalizabeth  Elisa Mavra  DidùtFeste

Ho fatto qualche timido tentativo di riprodurre alcune di queste coloratissime scritte ma sono state un discreto fallimento.
Allora mi sono decisa a studiare: ho acquistato la Guida di Penny Dean, un paio di pennarelli Brush, di quelli che imitano il pennello, e ho fatto un po’ di pratica.

Sto imparando a dare una forma piacevole alle singole lettere, a dare diverso spessore ai tratti, a deformare deliberatamente alcuni tratti per dare movimento alla composizione.

Ecco qualche risultato: